Progetto didattico educativo

A CAVALLO

DELLA

NOSTRA LUMACA

1.U.d.A. Accoglienza: è tempo di una nuova avventura

2. U.d.A. E’ tempo di Gesu’

3. U.d.A. Congeliamo il tempo: è l’ora del letargo

4. U.d.A. Driin, suona la sveglia: è tempo di rinascita

5. U.d.A. L’estate è alle porte: è tempo di spensieratezza

Il progetto didattico educativo di quest’anno nasce dalla considerazione che sempre di più si è concentrati sul mito della velocità e del fare presto. La scuola, a causa della situazione pandemica, si trova a dover rispettare rigidamente tempi e spazi. Possiamo però, nel momento educativo, dedicarci a perdere tempo, considerando che “La regola più importante di tutta l’educazione è non guadagnare tempo ma perderlo” (da l’Emile di Rousseau). Si riscopriranno i valori dell’osservare, dello stare all’aperto, delle passeggiate, del parlare e dell’ascoltare. I bambini faranno esperienza della natura, che ha un tempo ciclico, fatto di semine, attese, raccolte. “A ben pensare, nel lavoro dei campi non esistono pause che non siano feconde: il tempo perso in realtà è un tempo biologicamente necessario, che si riempie spesso di attività di preparazione a eventi ciclici come sono i raccolti o le semine. Mentre la velocità è legata a tempi lineari, a una produzione industriale centrata sull’usa e getta, a un modello di società che consuma…” (GIANFRANCO ZAVALLONI, La pedagogia della lumaca, emi-edu, pag.20)

Si riscoprirà la noia come emozione positiva che attiva nei bambini la creatività e dispone all’autodeterminazione. Si rifletterà sulla calma e sulla pazienza: è con esse che la natura compie i suoi meravigliosi cambiamenti stagionali. Si ragionerà sul valore del silenzio, come modo per ascoltare sé e gli altri.